Rosaria

Rosaria

L'Hotel Turium organizza gite alle magnifiche Isole Eolie, partendo dal porto di Cetraro si possono raggiungere queste meraviogliose perle nel mare aperto.

Un occasione irrinunciabile per gli amanti della navigazione e del mare. Le Isole Eolie sono ancora per buona parte selvagge ed incontaminate.
Sarebbe veramente un peccato passare l'intera vacanza senza visitare le isole dell'arcipelago.
A maggior ragione se si considera che le isole sono molto diverse una dall'altra sia nell'aspetto geografico sia da quello architettonico ed ognuna offre attrattive veramente particolari.

E' praticamente impossibile passeggiare in prossimità del porto di levante dell'isola di Vulcano senza accorgersi delle varie proposte di giri in barca che sono offerti.
Troverete persone che verranno a chiedervi se vi interessa fare un giro in barca e numerosi chioschi che li mettono in mostra.
Noi vi consigliamo di valutare tra le varie proposte quella che vi alletterebbe di più tenendo conto dei piccoli particolari che le differenziano (che cambiamo decisamente la qualità del giro in barca) e non cercando il prezzo più conveniente perché perdereste solo tempo (i prezzi sono praticamente costanti). Ad esempio è importante sapere il numero di passeggeri che popoleranno la barca, la sua dimensione, se sono adatte o meno per i bambini ecc..

cristo di maratea

Maratea, perla della costa tirrenica in Basilicata, è un paesino che si estende dall'entroterra fino al mar Tirreno. Il simbolo che caratterizza questo paesino è sicuramente la statua del Cristo Redentore posizionata  nella zona più alta del paese, Monte San Biagio, che protegge tutti i cittadini del luogo.

La maestosa statua del "Cristo Redentore" alta 21 m, veglia su tutta la baia, seconda per dimensioni solo a quella di Rio de Janeiro, fu innalzata per iniziativa del Conte Stefano Rivetti di Valcervo, che ne fece dono alla cittadinanza di Maratea. I lavori, diretti dallo scultore fiorentino Bruno Innocenti, presero l'avvio nel novembre 1963 e terminarono nel 1965. La statua, in marmo di Carrare volge il suo sguardo alla chiesetta di San Biagio e da le spalle al mare. La Chiesa di San Biagio, si dice, sia nata su un tempio pagano dedicato a Minerva e che poi in seguito fu trasformato nell'attuale chiesa nella zona più antica di Maratea detta il Castello.

Se la parte storica rende Maratea incantevole, il porto rende il paese frizzante. 
Nelle calde notti d'estate il porto si risveglia con i suoi numerosi locali e negozi e con le tantissime persone che con le loro numerose barche affollano il porto.


Itinerario:
Incontro della guida con il gruppo presso l'hotel e trasferimento a Maratea, la perla tirrenica della Basilicata. Si procederà alla visita dei 2 centri storici. Quello più antico dominato dall'imponente statua di S. Biagio, meglio noto come Cristo di Maratea, ai cui piedi si trova la Basilica omonima dell'XIII secolo e i ruderi del centro storico colpito dai cannoni nel 1800. 
Un breve transfer ci porta al secondo centro storico di origine medievale ricco di chiese e dai numerosi portali degli antichi palazzi nobiliari e sosta al porto.

 

Richiedi maggiori info sull'Escursione   Richiedi preventivo per la tua vacanza

 

 

24

Ottobre

Alla scoperta del frutto sacro - Il Cedro

Santa Maria del Cedro, dove la coltivazione del Cedro è diventata padrona dello scenario paesagistico. Solo in questo lembo di terra, dove scorre il fiume Abatemarco, grazie al suo clima cresce incontaminato il "frutto Sacro" per milioni di rabbini. Utilizzato nelle funzioni religiose ebraiche, il cedro della nostra località è uno dei più apprezzati del mediterraneo.

24

Ottobre

Riviera dei Cedri

Posta nella parte nord-occidentale della Calabria, la Riviera dei Cedri è un lembo di terra che si estende per circa trenta chilometri lungo il Mar Tirreno. Addentrandosi poi verso le montagne del Massiccio del Pollino rappresenta, di fatto, la porta ovest del Parco Nazionale più grande d'Europa.