Le leggende dello Scoglio della Regina ad Acquappesa in Calabria

Acquappesa è un bellissimo paese della Calabria, che si affaccia sul Mar Tirreno, e come ogni paese che si rispetti ha delle leggende che si tramandano nei secoli. 

La prima narra, che un  re caduto sotto incantesimo,  non fosse mai soddisfatto delle sue vittorie e cercasse un modo per essere finalmente appagato. Questa sua inquietudine lo portò a  partire per un'ultima battaglia.  Il re giurò alla moglie che questa sarebbe stata l'ultima. Prima di partire le disse di guardare sempre verso l'orizzonte perchè il suo ritorno sarebbe stato anticipato da un luce rossa nel cielo. Il tempo passava e nessuna notizia del re venne riportata alla regina. Un giorno la sovrana cercando disperatamente di vedere il re all'orizzonte si arrampicò sullo scoglio, una volta in cima, cercando di guardare sempre più lontano, perse l'equilibrio e scomparve tra le onde. Si racconta che quando il cielo al tramonto si dipinge di rosso gli spiriti del re e della regina si incontrino e le loro anime felici riescano a placare il mare più tumultuoso. 

La seconda leggenda narra la storia di due sposi di stirpe reale in viaggio per mare in cerca di un rimedio per la sterilità della regina. Il viaggio venne interrotto da una tempesta che costrinse l'equipaggio ad accamparsi sulle spiaggie nei pressi dello scoglio. Rapita dalla bellezza del luogo la regina esplorò la spiaggia e notò un fiumiciattolo dalle acque calde, si immerse e fece cosi per alcuni giorni. Prima di partire notò che qualcosa era cambiato in lei , infatti si accorse che finalmente dopo un lungo periodo finalmente aspettava un bambino. Il miracolo portò una felicità immensa alla coppia che decise di rimanere per qualche tempo in quei luoghi.  Molto presto si sparse la voce della miracolosità di quelle acque. Si suppone che i due sovrani fossero Isabella di Francia ed Edoardo d'inghilterra, da allora lo scoglio prese il nome di "Scoglio della Regina".