Deltaplano

Volo libero ovvero Deltaplano

Qualcuno immagina il volo libero come uno dei cosiddetti "sports estremi"invece con il deltaplano non ci si "butta", ma si decolla con una breve corsa lungo un leggero pendio per poi planare verso l'atterraggio.Una volta in volo ci si culla nella grandezza e nel silenzio maestoso dell'azzurro, con il mondo intero sotto i piedi.
Chi sia stato il primo uomo a sognare di volare non è dato saperlo. I primi ricordi di uomini volanti ci giungono sotto forma di leggende, come quella di Icaro figlio di Dedalo. E nell’anima di molti continua a vivere il sogno di Icaro: superare i vincoli che legano alla madre terra per librarsi nell’elemento che più è simbolo di libertà, il cielo.
Quante volte, vedendo stagliarsi contro il blu del cielo i colori variopinti dei deltaplani si è colti dal desiderio di trovarsi lassù, sfrecciare, facendo a gara col vento fra le nuvole, e sentirsi un tutt’uno con l’aria. Sensazioni che, nel limpido cielo della Riviera dei Cedri , si mescolano all’emozioni regalate da eccezionali panorami: monti, boschi, fiumi e paesi appaiono in una prospettiva insolita e nuova, mentre l’acqua del mare riflette i raggi del sole passando, in controluce, dall’azzurro intenso a un abbagliante argento.
Dominare con lo sguardo confini mai immaginati, veleggiare con l’istintiva abilità degli uccelli e planare dolcemente sul punto di atterraggio genera emozioni di rara intensità, e volare in deltaplano non è poi tanto arduo, basta confidare nelle capacità degli istruttori e, con un pizzico di entusiasmo, il sogno di Icaro è avverato.