Snorkeling

Un nome un po’ complicato per un'attività semplice e divertente.

Snorkeling deriva da snorkel, il tubo per respirare che si usa abbinato alla maschera da sub, è un modo originale e poco faticoso di visitare il mondo subacqueo spostandosi a pelo d’acqua, con sporadiche discese a pochi metri di profondità, per osservare quanto avviene nei fondali sottostanti.
Unico requisito: saper nuotare e volersi divertire. Non bisogna obbligatoriamente scendere sott’acqua con le bombole per scoprire nuovi mondi, l’esplorazione di piccole cavità a pochi centimetri sotto il livello del mare apre un universo variopinto e insolito, capace di trasmettere grande entusiasmo.
Nei fondali della Riviera dei Cedri vivono milioni di organismi vegetali ed animali; le rocce sin dai primi metri di profondità sono popolate da coloratissime donzelle, piccoli saraghi, anemoni e granchi. E le nude distese di sabbia, che si alternano a giardini fioriti di posidonia, sott'acqua sono tutt'altro che deserte: sogliole e rombi, i virtuosi del mimetismo marino, sembrano apparire all’improvviso al passaggio degli snorkers. Incontri sorprendenti, a volte inaspettati che trasformano una vacanza balneare in un’esperienza straordinaria.